Glossario dei materiali

  • Bloccante mobile

    Bloccante mobile (Maniglia)

    Attrezzo che lo speleologo usa in risalita su sola corda, alternato al bloccante ventrale; scorre sulla corda solamente verso l'alto e si blocca quando lo si carica del peso nel momento in cui ci si solleva per far alzare il bloccante ventrale.
    Risulta molto utile nelle manovre in cui si deve fare uso di paranchi e contrappesi.

  • Bloccante ventrale

    Bloccante ventrale (Croll)

    Attrezzo che lo speleologo usa in risalita su sola corda, alternato al bloccante mobile; scorre sulla corda solamente verso l'alto mentre quando è caricato del peso dello speleologo si blocca, sostenendolo.

  • Discensore Simple

    Discensore (Simple)

    Strumento utilizzato per la discesa dei pozzi su sola corda. Frena la discese tramite l'attrito prodotto dalla corda sulle sue pulegge fisse.

  • Imgrago

    Imbraco cosciale

    L'imbraco, è un indumento costituito da larghe fettucce di nylon (cucite tra loro) che, cingendo ai fianchi e alle cosce chi lo indossa, ne permette l'assicurazione alla corda e lo svolgimento di tutte le manovre in sicurezza.

  • Imgrago pettorale

    Imbraco pettorale

    L'imbraco pettorale è un indumento costituito da larghe fettucce di nylon (cutite tra loro o solamente intersecate) che, cingendo le spalle e la zona pettorale di chi lo indossa, permette, tramite il bloccante ventrale, di avere una posizione eretta e di sostenere nella posizione di lavoro corretta il bloccante ventrale. Spesso è collegato all'imbraco cosciale tramite una fibbia posteriore.

  • maillon rapide

    Maillon Rapide

    Il Maillon Rapide serve a chiudere l'imbraco e allo stesso tempo a tenere in posizione e raggruppati tutti gli atrezzi per la progressione su corda. Può essere di forma Ovoidale o a Delta. La chiusura a vite ne garantisce un carico di rottura elevatissimo ma deve sempre ed assolutamente essere in acciaio (evitare in modo assoluto quelli in lega).

  • staffa

    Staffa

    Spezzone di corda o cordino che nella parte bassa ha una gassa larga quanto basta per potervi inserire uno o due piedi mentre l'estremità oppsta è collegata, tramite un moschettone, al bloccante mobile. Serve a sollevarsi mentre si risale su corda nel momento in cui si carica il peso sul bloccante mobile per far avanzare il bloccante ventrale.
    Deve avere una lunghezza adeguata all'altezza della gamba di chi la usa per fare in modo che, una volta sollevati su di essa, a gamba tesa, il bloccante mobile sia a contatto con il bloccante ventrale.
    In questo modo si sfrutta al massimo la pedalata risalendo tutto il tratto di corda tra i due bloccanti.
  • longe

    Longe

    Le longes servono ad assicurarsi momentaneamente nelle operazioni su corda, quando per qualsiasi motivo, si deve togliere un bloccante o il discensore per spostarlo su un'altro spezzone di corda. Usando una longe avremo sempre almeno due punti di ancoraggio che sono il minimo necessario per la nostra sicurezza. Sono realizzate con corda dinamica di almeno 9 mm di diametro, omologata come corda singola; oppure longes in fettuccia preconfezionata, omologata CE – UIAA. (è preferibile utilizzare le longes in corda).
    1. Longe di sicura: lunghezza attorno ai 40 cm compresi nodi e moschettone.
    2. Longe di collegamento al bloccante mobile:di lunghezza appropriata alla statura.
  • ansa

    Ansa di un frazionamento

    L'ansa è quel tratto di corda che esce dal frazionamento, scende per circa 60/70 cm per poi risalire verso il frazionamento a monte.In pratica è l'arco o semicerchio che la corda va a formare con i punti di inizio e fine ansa all'altezza del frazionamento. Serve a fare in modo che la corda tra i due frazionamenti non sia mai tesa e quindi di lavorare con gli attrezzi in modo agevole e semplice.

  • Moschettone di rinvio

    Moschettone di rinvio

    Il moschettone di rinvio del discensore è un freno supplementare e ci aiuta a regolare la velocità di discesa più facilmente. Deve assolutamente essere in acciaio per evitare che il continuo attrito con la corda lo usuri troppo velocemente e non deve essere dotato di ghiera di sicura perché non è considerato un punto di ancoraggio nel momento in cui si usa il discensore..

  • Moschettone della longe

    Moschettone della longe

    Il moschettone della longe di sicurezza deve essere assimmetrico in lega e senza ghiera. Da preferire quelli a dito curvo che consentono una maggiore apertura ed una maggiore facilità nell'inserimento della corda. Deve essere dotato di un dispositivo che eviti al moschettone stesso di girarsi all'interno dell'asola della longe, per averlo sempre in posizione corretta.

  • Bloccante mobile Bloccante mobile
  • Bloccante ventrale Bloccante ventrale
  • Discensore Discensore
  • Discensore Imbraco cosciale
  • Discensore Imbraco pettorale
  • Maillon Rapide Maillon Rapide
  • Staffa Staffa
  • LongeLonges
  • Discensore Ansa
  • Rinvio Moschettone di rinvio
  • Moschettone della longe Moschettone longe

ISL B-07

Rev. 0 del 22/04/2012

Pag. 1 di 1

Scarica la scheda

Download
Paranco in opera e pronto all’uso

Paranco semplice

Attrezzatura utilizzata

  • 2 ancoraggi
  • 4 moschettoni paralleli con ghiera
  • 1 moschettone a base larga con ghiera
  • Un cordino di diametro 7 mm di 3 m di lunghezza
  • 2 carrucole
  • 2 bloccanti

Esecuzione della manovra

  1. Costruire un attacco doppio (possibilmente mobile) e inserirgli un moschettone a base larga con ghiera.
  2. Costruire un mezzo paranco a compressione.
    1. Fare passare la corda di tiro a cavallo di una carrucola.
    2. Inserire nei fori delle flange della carrucola un moschettone parallelo con ghiera.
    3. Collegare un bloccante dal lato opposto del peso rispetto alla carrucola rivolto in modo che blocchi questo, avendo cura che l'apertura del cricchetto sia visibile.
    4. Collegare il bloccante e la carrucola tramite il moschettone e chiudere la ghiera.
    5. Collegare tutto il blocco (carrucola-moschettone-bloccante) all'attacco doppio inserendo il moschettone a base larga tra le due flange della carrucola in modo che si colleghi all'altro moschettone.
  3. Predisporre una seconda carrucola sul ramo di tiro e collegarla con un moschettone ad uno dei fori (inferiore o superiore) di un altro bloccante.
  4. Inserire questo bloccante sul ramo di corda a cui è collegato il peso disposto in modo che lavori verso questo (bloccante mobile).

Elementi/Manovre

  • Recuperare la corda dal paranco (tiro) mantenendola il più possibile parallela agli altri rami di corda in modo da aumentare l’efficienza del paranco.
  • E’ possibile sostituire il bloccante mobile con un nodo autobloccante.
  • E’ possibile sostituire il mezzo paranco a compressione con una carrucola bloccante.

Pro

  • Demoltiplica 1/3 (teorica al lordo degli attriti). Vale a dire che la forza con cui è necessario recuperare il ramo di tiro è pari a poco più di 1/3 del peso attaccato.
  • È possibile aggiungere altre carrucole/bloccanti al paranco semplice in modo da aumentarne la demoltiplica.

Contro

  • Necessita di tutta l'attrezzatura indicata come "utilizzata" al seguito.

Valuta questa scheda

4.0/5 di voti (1 voti)

Condividi

Download di questa scheda

726