NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

  • Esami 2012

    Esami 2012

    11/16 settembre 2012

    Dal 11 al 16 settembre 2012 si sono svolti gli Esami di Accertamento per INS e IS di Speleologia, la verifica è...

  • 63° corso di tecnica

    63° corso di tecnica

    TRIESTE 08-16 LUGLIO 2017

    “L’esperienza del corso è stata coinvolgente dal lato umano, un accumulo di competenze da sviluppare nel...

Primo soccorso e gestione dell'emergenza in grotta

Scritto Mercoledì, 29 Novembre 2017 da Patricia Iacoucci nella categoria News

O.T.T.O. Emilia Romagna

Primo soccorso e gestione dell'emergenza in grotta

Il fine settimana scorso (25-26 novembre) si è felicemente conclusa un'iniziativa didattica pilota in tema di "Primo soccorso e Gestione dell'emergenza in grotta".

L’evento formativo era rivolto a speleologi che volessero approfondire il tema della prevenzione e la gestione di eventuali problematiche in ambiente ipogeo e aveva l’obiettivo di aumentare la sicurezza di chi pratica l’attività speleologica.

Fortemente voluto e progettato a quattro mani nel corso degli ultimi sei mesi dai vertici regionali della CNSS-SSI (Comitato Esecutivo Regionale) e SNS-CAI (O.T.T.O. E.Romagna), con il patrocinio del SAER (Soccorso Alpino e Speleologico Emilia-Romagna), della Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna, consueto incubatore delle attività speleologiche regionali, dell'amministrazione comunale di Casola Valsenio ed il supporto logistico dell'Associazione Speleopolis, ha visto esaurirsi i 30 posti disponibili a poche ore dalla pubblicazione del programma ufficiale.

Il programma è stato svolto con il contributo della XII Zona SAER/CNSAS che ha fornito il corpo docente specializzato, attraverso lezioni frontali, simulazioni interattive in aula ed alcune dimostrazioni, trattando in particolare il primo soccorso ad infortunati, la corretta gestione di una emergenza fino alla delicata fase di chiamata al Soccorso Speleologico del CNSAS.

L’evento segue la tavola rotonda rivolta ad istruttori e formatori “Perché questo non accada” sulla prevenzione dagli incidenti e soccorso nella didattica speleologica, promossa dalla XII Zona e tenuta nel 2016 nell’ambito della giornata sul 50° del Soccorso Speleologico in Emilia-Romagna.

Immagini e video a cura di G.Paolo Zaniboni, Giovanni Belvederi e Marisa Garberi

Sul prossimo numero della rivista Speleologia Emiliana tutti i dettagli e gli approfondimenti.

Un grosso GRAZIE a tutti coloro che c’erano e/o hanno collaborato

IS Patricia Iacoucci

Componente O.T.T.O. SNS-CAI E.Romagna

e

Stefano Cattabriga 

Coordinatore E.Romagna CNSS-SSI

Valuta questa notizia

5.0/5 di voti (6 voti)

Condividi


Commenti

blog comments powered by Disqus

Gadget SNS CAI

  • La scoperta del mondo sotterraneo 1
  • Manuale di Speleologia
  • Resistenza dei materiali speleo-alpinistici
  • Speleogenesi
  • Maglietta
  • I materiali per alpinismo e le relative norme
  • Lombardia dentro
  • Grotte della Grigna e del Lecchese
  • La scoperta del mondo sotterraneo 2