NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Corsi di perfezionamento tecnico torrentismo

(rif. art. 18 Regolamento SNS)

Art. 1
I Corsi di Perfezionamento Tecnico Torrentismo hanno lo scopo di perfezionare e completare la conoscenza della tecnica di progressione in forra individuale e di squadra, delle tecniche di armo e di autosoccorso per conseguire una piena autonomia individuale e nella conduzione di un gruppo nella massima sicurezza possibile.
Art. 2
Per i Corsi Nazionali di Perfezionamento Tecnico Torrentismo vengono proposti e organizzati dai Gruppi C.A.I. ed a tal fine questi devono inviare una richiesta scritta alla Segreteria della SNS almeno 15 giorni prima della convocazione dell'Assemblea Annuale del Corpo Docente della SNS. Tali proposte vengono vagliate in sede d'Assemblea, la quale ha la facoltà di approvarle, modificarle o respingerle. Alle proposte devono essere allegati: il programma di massima, il preventivo finanziario, la logistica, e dovrà essere specificata inoltre la quota indicativa di partecipazione degli allievi.
Art. 3
Il Direttore del Corso, appartenente agli Istruttori Specializzati viene proposto dal Gruppo Organizzatore e per iCorsi a carattere Nazionale viene nominato dall'Assemblea INS. Gli Istruttori Specializzati disponibili a partecipare, quali docenti, al Corso Nazionale di Perfezionamento Tecnico Torrentismo devono far pervenire la loro disponibilità alla Direzione della SNS nei tempi stabiliti dalla stessa e per conoscenza al Direttore del Corso il quale ha facoltà di scegliere il corpo docente. Il Corpo Docente dovrà comunque essere presente nel rapporto minimo di due Istruttori per cinque allievi.
Art. 4
Il Corso in genere deve durare almeno 5 (cinque) giorni, di questi: 2 (due) giorni saranno occupati da esercitazioni in palestra e 3 (tre) per le uscite in forra.
Art. 5
Le esercitazioni in palestra e le uscite in forra dovranno essere integrate da lezioni teoriche sulle caratteristiche e sull'esecuzione dei principali nodi usati, sulle tecniche d'armo, sui metodi per la sicurezza personale e di squadra.
Art. 6
Il materiale di uso collettivo dovrà essere messo a disposizione dei partecipanti al Corso da parte del Gruppo Organizzatore, Per i corsi nazionali, il gruppo Organizzatore provvederà anche alla sistemazione logistica degli allievi e degli Istruttori.
Art. 7
Il Direttore del Corso si accerterà personalmente, prima e durante lo svolgimento del Corso, che il materiale impiegato sia in perfetta efficienza e che siano state prese tutte le misure di sicurezza per lo svolgimento delle esercitazioni.
Art. 8
Al Corso potranno iscriversi soci C.A.I. che risultino in regola con il tesseramento per l'anno in corso.
E' altre sì indispensabile che abbiano frequentato un Corso d'Avanzamento Tecnico Torrentismo, e che abbiano compiuto maggior età.
Art. 9
I partecipanti al corso devo essere in possesso di una buona acquaticità.
Art. 10
Per gli Istruttori la valutazione positiva dei curriculum e la conferma di accettazione dell'iscrizione al Corso dovrà essere comunicata, in data antecedente all'inizio del corso.
Art. 11
Le domande di ammissione e le quote di partecipazione dovranno pervenire alla Segreteria del Corso
entro i termini indicati dagli organizzatori.
Gli Istruttori dovranno allegare alla loro domanda di iscrizione il proprio curriculum torrentistico. Per i non Istruttori dovrà essere allegata la fotocopia dell'attestato di partecipazione al Corso d'Avanzamento Tecnico Torrentismo ed una foto tessera.
Art. 12
E' obbligatoria, da parte degli allievi, la presentazione al momento di inizio del Corso, di un certificato medico in corso di validità, attestante l'idoneità alla pratic asportiv anon agonistica. Coloro che non saranno muniti di tale certificazione non potranno accedere al Corso e verranno rimborsati di una somma corrispondente al 50% della quota di iscrizione.
Art. 13
Gli allievi dovranno presentarsi al Corso, muniti di attrezzatura personale per progressione in forra.
Eventuale altro materiale necessario verrà specificato sulla cedola d'iscrizione.
Art. 14
Durante le esercitazioni, gli allievi dovranno attenersi alle direttive impartite dalla Direzione del Corso, in esecuzione dei programmi didattici indicati negli schemi delle lezioni da effettuare durante i Corsi di
Perfezionamento Tecnico.
Art. 15
Il Direttore potrà escludere dal Corso, in qualsiasi momento, coloro che mostrino incapacità ad adeguarsi alle norme di comportamento generale o lacune tecniche tanto gravi da compromettere l'efficacia didattica ed il grado di sicurezza delle esercitazioni.
Art. 16
Per tutto ciò che non è contemplato nelle presenti Disposizioni di Attuazione dei Corsi Nazionali di Perfezionamento Tecnico Torrentismo, valgono le norme fissate dallo Statuto e dal Regolamento Generale del C.A.I., nonché dai Regolamenti della CCS e della SNS.

Indicazioni di minima e norme tecniche per i Corsi di Perfezionamento Tecnico Torrentismo
Esercitazioni Pratiche
Durante tutto il periodo dell'esercitazione è indispensabile indossare il casco.
Tematiche di esercitazione:

  • Verifica ed approfondimento dei principali nodi utilizzabili
  • Descrizione degli attrezzi ed uso corretto
  • Verifica ed approfondimento delle manovre principali. o vedi Scheda tecnica
  • Risoluzioni di situazioni di emergenza. o vedi Scheda tecnica
  • Tecniche sforramento. o vedi Scheda tecnica


FORRA
Le forre sede di esercitazione, dovranno presentare la più vasta gamma di difficoltà, non esclusa la discesa in roccia di modesti dislivelli e la progressione in acqua viva. Dovranno essere usati tutti gli accorgimenti necessari per una progressione in sicurezza.

ATTREZZATURA PERSONALE
Vedi scheda tecnica
Le lezioni teoriche dovranno sviluppare i seguenti argomenti

  • Materiali personali e di squadra
  • Caratteristiche e limiti dei materiali usati
  • Geologia, idrologia, genesi e morfologia delle forre, bacino idrico
  • Conoscenza dell'ambiente, carte, gps, catasto, lettura di una guida meteo
  • Preparazione ed organizzazione di una uscita
  • Caratteristiche e problematiche acqua viva e autosoccorso

Norme transitorie