NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Regolamento SNS CAI

Club Alpino Italiano
Via Petrella, 19 – 20124 MILANO
Tel. 02 – 20.57.ventitre.1
Commissione Centrale per la Speleologia
SCUOLA NAZIONALE DI SPELEOLOGIA
REGOLAMENTO
Completo di disposizioni di attuazione dei corsi istituzionali ed esami di IS e INS
Approvato dal Commissione Centrale Legale del CAI il 01/01/2010
Sostituisce il precedente regolamento della SNS dal 01/01/2010


TITOLO I - COSTITUZIONE, SCOPO, COMPITI

Art. 1 - COSTITUZIONE E SCOPO
1) La Scuola Nazionale di Speleologia (in seguito indicata come SNS) è costituita a norma dello Statuto e del Regolamento Generale del Club Alpino Italiano (in seguito indicato come CAI), e di quello della Commissione Centrale per la Speleologia (in seguito indicata come CCS).
2) La SNS istituita nel 1958 è la struttura didattica della CCS
3) Scopo della SNS è quello di avviare, formare, qualificare e specializzare quanti siano interessati alla pratica della Speleologia.
4) Per scopi didattici, promuove o realizza corsi, attività scientifica e di campagna, studi e sperimentazioni di tecniche e materiali,
5) Il Direttore in carica della SNS, la rappresenta all'interno della CCS, quale membro effettivo con diritto di voto deliberatorio.
6) La SNS ha la propria sede legale a Milano sede Centrale del CAI presso la C.C.S.

Art. 2 - COMPITI
Per il conseguimento dei suoi scopi la SNS:
1) provvede all'organizzazione ed alla conduzione tecnica dei Corsi di Formazione e dei Corsi di aggiornamento per Istruttori Nazionali di Speleologia, per Istruttori di Speleologia e per Istruttori Sezionali di Speleologia, per la Specializzazione in Torrentismo e ne fornisce i Direttori;
2) fornisce gli istruttori necessari alla attivazione dei programmi tecnici e didattici che devono essere svolti nell'ambito dei corsi di speleologia e torrentismo a tutti i livelli; 3) previa autorizzazione della CCS, può intrattenere rapporti con associazioni speleologiche e torrentistiche di altri Paesi, associazioni sportive nazionali ed estere, enti pubblici e privati, industrie, scuole, enti di ricerca, ecc., fornendo consulenza e supporto tecnico e mettendo a disposizione i suoi membri per la partecipazione a commissioni, rappresentanze e delegazioni;
4) partecipa con una rappresentanza dei propri membri, a manifestazioni ed incontri nel rispetto delle direttive e dei regolamenti del CAI.

TITOLO II - TERRITORIO, COMPOSIZIONE, FUNZIONAMENTO

Art. 3 - TERRITORIO
La SNS opera su tutto il territorio nazionale, fatte salve le eccezioni di cui all'art. 2 del presente Regolamento.

Art. 4 - COMPOSIZIONE
1) L'organico della SNS è formato da:
a) Istruttori Nazionali di Speleologia (in seguito chiamati INS);
b) Istruttori di Speleologia (in seguito chiamati IS);
c) Istruttori Sezionali di Speleologia (in seguito chiamati ISS) in attività continuativa e di provata esperienza e capacità tecnica didattica;
d) INS specializzati in Torrentismo e IS specializzati in Torrentismo
e) Istruttori Nazionali di Speleologia Emeriti (in seguito chiamati INSE);
f) Istruttori Onorari di Speleologia;
g) Aiuto Istruttori di Speleologia (in seguito chiamati AIS) come componente temporanea operante prevalentemente in ambito locale.
2) Tutti I componenti dell'organico della SNS devono essere soci CAI.
3) I componenti della SNS, esclusi gli AIS e ISS, vengono nominati dal Presidente Generale su proposta della CCS, la quale si basa sulle designazioni provenienti dalla stessa SNS.
4) I componenti permanenti e vitalizi della SNS apportano il loro contributo alla crescita della Speleologia, secondo le proprie capacità e nel rispetto delle norme tecniche, culturali e didattiche indicate dalle Assemblee SNS; riversano nella SNS le esperienze acquisite e le idee elaborate.
5) Qualora nell'organico non fosse presente un componente della CCS, la stessa designerà un proprio rappresentante nella SNS senza diritto di voto.

Art. 5 - ASSEMBLEA INS
1) E' l'organo deliberativo sovrano della SNS formato da INS.
2) E' convocata dal Direttore della SNS ed in caso eccezionale può essere convocata su richiesta dai 2/3 degli aventi diritto al voto.
3) Assicura l'omogeneità e la continuità dell'attività.
4) Approva i verbali redatti durante le precedenti assemblee degli INS.
5) Stabilisce la politica di crescita e sviluppo della SNS attraverso la discussione di un programma quinquennale di massima redatto dal Direttore della SNS.
6) Approva ed autorizza i corsi internazionali, di Perfezionamento Tecnico, il Corso Propedeutico abilitante esame IS, gli Esami per IS e INS.
7) Approva il decadimento, la sospensione e la radiazione degli INS e IS.
8) Approva la nomina degli INSE.
9) Procede alle modifiche di impostazione della SNS che ritenesse opportune e provvede alle disposizioni operative necessarie con voto palese. l'assemblea e le votazioni sono valide a maggioranza assoluta (50% + 1 degli aventi diritto) in prima convocazione in seconda convocazione è sufficiente la maggioranza dei presenti.
10) Si riunisce almeno due volte all'anno entro e non oltre il quindici giugno e il quindici dicembre di ogni anno. in occasione della prima riunione annuale, su segnalazione del gruppo di lavoro sulla didattica, individua gli argomenti oggetto dei corsi di aggiornamento tecnico e/o culturale da trattare durante l'anno successivo.
11) All'Assemblea possono partecipare gli IS e gli IOS, con diritto di parola ma non di voto deliberatorio.
12) L'INS che non possa essere presente ad un'Assemblea INS, può delegare per iscritto un altro INS a rappresentarlo. Tale delega deve essere accettata dall'Assemblea. Ogni INS può rappresentare solo un altro INS.

Art. 6 - ASSEMBLEA ANNUALE SNS
1) L'Assemblea annuale della SNS, composta da INS, IS, INSE e IOS, viene convocata dal Direttore della SNS entro e non oltre il quindici dicembre di ogni anno, per valutare l'attività già svolta e discutere quella futura. in caso di concomitanza con l'assemblea degli INS l'assemblea annuale SNS deve svolgersi precedentemente a quella INS. tutti gli istruttori, ad eccezione di quelli onorari, hanno diritto di voto.
2) Approva i verbali redatti durante le assemblee precedenti.
3) Approva la relazione sull'attività svolta
4) Approva ed autorizza i corsi nazionali e quelli tematici sulla base delle proposte formulate dalle sezioni CAI ed illustrate durante la sessione assembleare. Dette proposte devono concordare con quanto deliberato dall'assemblea degli INS in merito agli argomenti dei corsi con finalità di aggiornamento culturale e/o tecnico.
5) L'assemblea e le votazioni sono valide a maggioranza assoluta (50% + 1 degli aventi diritto) in prima convocazione. in seconda convocazione è sufficiente la maggioranza dei presenti.
6) L'istruttore che non possa essere presente ad una assemblea, può delegare per iscritto un altro di pari livello a rappresentarlo. ogni istruttore può rappresentare solo un altro istruttore di pari livello.

Art. 7 - DIRETTORE DELLA SNS
1) E' un INS.
2) Viene eletto ogni tre anni dall'Assemblea INS della SNS e da questa può essere sfiduciato
e sostituito in ogni momento, nel caso essa ne ravvisi l'opportunità.
3) Redige, su delega dell'assemblea degli INS, il piano quinquennale rendendo disponibile la
bozza entro i sei mesi precedenti la scadenza del piano in operatività.
4) Coordina tutta l'attività della SNS secondo le direttive dell'Assemblea INS e nel rispetto del
piano quinquennale.
5) Autorizza i corsi intersezionali e sezionali.
6) Vigila sull'applicazione dei regolamenti e dei programmi.
7) Propone all'assemblea INS, concordandoli con le Sezioni ed i Gruppi organizzatori, i Direttori e il Corpo Docente dei seguenti corsi e/o esami:
a) corso di Perfezionamento Tecnico;
b) corso Propedeutico abilitante all'esame IS;
c) esami IS;
d) esami INS;
e) corso di Perfezionamento Tecnico in Torrentismo abilitante all'esame ST;
f) esame ST.
8) Vista i libretti personali degli INS
9) Convoca le Assemblee INS e della SNS
10) Tiene i collegamenti con la CCS e partecipa alle riunioni della stessa essendone membro di diritto.
11) Rappresenta la SNS presso la Sede Centrale del CAI e nelle pubbliche relazioni.
12) Può delegare un INS a rappresentarlo.
13) Il Direttore non può ricoprire l'incarico per più di due mandati consecutivi.

Art. 8 - SEGRETARIO DELLA SNS
1) E' un INS.
2) Viene eletto ogni tre anni dall'Assemblea INS; da questa può essere sfiduciato e sostituito
in ogni momento, nel caso essa ne ravvisi l'opportunità.
3) Agisce in stretta collaborazione con il Direttore ed in caso di Sua delega lo può sostituire.
4) Il segretario in carica stabilisce la sede operativa ed il recapito postale della SNS.
5) Svolge il lavoro di Segreteria; in particolare:
a) tiene aggiornato l'Albo degli Istruttori
b) tiene aggiornato l'Archivio dei Corsi
6) Il Segretario non può ricoprire l'incarico per più di due mandati consecutivi.
7) In caso di necessità può richiedere la cooperazione di uno o più istruttori.

Art. 9 - COMPONENTI DELLA SNS
1) Istruttore Nazionale di Speleologia (INS)
a) L'età minima richiesta è di ventitre anni.
b) Deve essere socio ordinario o familiare con almeno due anni compiuti di iscrizione al sodalizio.
c) Deve essere in possesso del godimento dei diritti civili.
d) Viene nominato dal Presidente Generale, su proposta del Presidente della C.C.S. che si basa sulle designazioni provenienti dal Direttore della SNS. Tale nomina deve avvenire entro l'anno solare in cui viene effettuato l'Esame.
e) All'atto della nomina, la CCS notifica all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso ed alla Segreteria della SNS, con Raccomandata A.R. entro quindici giorni dalla delibera, l'inserimento come INS per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, come previsto dall'art. 8 del presente Regolamento.
2) Istruttore di Speleologia (IS)
a) L'età minima richiesta è di ventuno anni.
b) Deve essere socio ordinario o familiare con almeno due anni compiuti di iscrizione al sodalizio.
c) Deve essere in possesso del godimento dei diritti civili.
d) Viene nominato dal Presidente Generale, su proposta del Presidente della C.C.S. che si basa sulle designazioni provenienti dal Direttore della SNS. Tale nomina deve avvenire entro l'anno solare in cui viene effettuato l'Esame.
e) All'atto della nomina, la CCS notifica all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso ed al la Segreteria della SNS, con Raccomandata A.R. entro quindici giorni dalla delibera, l'inserimento dell'IS nei componenti permanenti della SNS per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, come previsto dall'art. 8 del presente Regolamento.
3) Istruttore Nazionale di Speleologia Emerito (INSE)
a) L'INS dimessosi dalla carica, può essere proposto:
i) per la sua dimostrata disponibilità;
ii) per la sua capacità tecnica e culturale;
iii) su presentazione di adeguate motivazioni, tramite il Direttore della SNS, all'Assemblea degli INS, che approverà o meno la nomina ad INSE,
b) Viene nominato dal Presidente Generale, su proposta del Presidente della C.C.S. che si basa sulle designazioni provenienti dall'Assemblea INS.
c) Tale nomina deve avvenire entro l'anno solare successivo all'approvazione della proposta.
d) All'atto della nomina, la CCS notifica all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso ed alla Segreteria della SNS, con Raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera per l'inserimento negli organi vitalizi della SNS, per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, come previsto dall'art. 8 del presente Regolamento.
e) L'INSE può collaborare ai corsi organizzati dalla SNS.
f) E' una componente vitalizia a condizione di permanere nella qualifica di socio del CAI.
4) Istruttore Onorario di Speleologia (IOS)
a) Possono essere nominati onorari, i soci CAI che in un settore specifico, pur senza essere titolati, hanno svolto un significativo livello di attività od acquisito appezzabili benemerenze a favore della SNS
b) Viene nominato dal Presidente Generale, su proposta del Presidente della CCS che si basa sulle designazioni provenienti dall'Assemblea INS; tale nomina deve avvenire entro l'anno solare successivo all'approvazione della proposta.
c) All'atto della nomina, la CCS notifica all'interessato, al presidente della sezione di appartenenza dello stesso ed alla segreteria della SNS, con raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera per l'inserimento negli organi vitalizi della SNS, per l'aggiornamento dell'albo degli istruttori, come previsto dall'art. 8 del presente regolamento.
d) L'onorario può collaborare ai corsi organizzati dalla SNS.
e) Deve essere socio del sodalizio
5) Specializzato in Torrentismo
a) deve essere un INS o IS
b) viene nominato dal Presidente della C.C.S. che si basa sulle designazioni provenienti dal Direttore della SNS. Tale nomina deve avvenire entro l'anno solare in cui viene ffettuato l'Esame.
c) All'atto della nomina, la CCS notifica all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso ed alla Segreteria della SNS, con Raccomandata A.R. entro quindici giorni dalla delibera, l'inserimento come specializzazione per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, come previsto dall'art. 8 del presente Regolamento.
6) Istruttore Sezionale di Speleologia (ISS)
a) L'età minima richiesta è di diciotto anni.
b) Deve essere socio ordinario o familiare con almeno due anni compiuti di iscrizione al sodalizio
c) Viene nominato dal Presidente della propria Sezione di appartenenza, come da art.34 del regolamento OTCO e OTPO, su proposta del Direttore del corso di formazione a seguito del parere favorevole del GR di competenza.
d) Non può dirigere nessun tipo di corso
6) Aiuto Istruttore di Speleologia (AIS)
a) L'età minima richiesta è di diciotto anni.
b) Deve essere socio ordinario o familiare con almeno due anni compiuti di iscrizione al sodalizio.
c) Svolge la sua funzione in campo sezionale.
d) Viene nominato dal Presidente della Sezione CAI di appartenenza, su proposta del Direttore del corso stesso e decade al suo termine, quindi rappresenta una componente temporanea della SNS.
e) Deve avere svolto un'adeguata attività speleologica.
f) Deve essere in grado di garantire fattiva collaborazione tecnica e didattica durante lo svolgimento del corso.

TITOLO III – CORSI

Art. 10 - CORSO DI INTRODUZIONE ALLA SPELEOLOGIA (Internazionale - Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
1) E' aperto ai soci CAI e non che abbiano compiuto i quindici anni di età.
2) Ha lo scopo di fornire un'ampia visione delle discipline collegate alla Speleologia ed una sufficiente base tecnica per garantire una sicura ed efficiente progressione in grotta.
3) E' diretto da un INS oppure da un IS se il corso è a carattere sezionale o intersezionale.
4) Il Corpo Docente può essere costituito da INS, IS, INSE, ISS, AIS, IOS.
5) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nulla osta alla Direzione della SNS almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione
6) Entro quindici giorni dal ricevimento della richiesta di nullaosta, il Direttore della SNS dovrà autorizzare il corso, oppure richiedere le modifiche al programma presentato, oppure negare il riconoscimento del corso come manifestazione della SNS.
7) Il Segretario notifica quanto sopra per conoscenza alla Sede Centrale CAI, la quale provvederà, in seguito a richiesta, all'attivazione della copertura assicurativa.
8) Entro trenta giorni dalla conclusione del corso, il Direttore dello stesso dovrà inviare alla Segreteria della SNS la relazione finale, così come dovrà inoltrare ogni variazione apportata al programma presentato.
9) Nel caso di corsi sezionali, può essere proposto dalla Direzione della SNS un ausilio didattico e tecnico da parte di un INS, che in tal caso collabora ad una o più lezioni e/o uscite del corso stesso o in rappresentanza della Direzione SNS.
10) Deve essere rilasciato un attestato di partecipazione.

Art. 11 - CORSO DI PERFEZIONAMENTO TECNICO (Internazionale - Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
1) E' aperto ai soci CAI che abbiano compiuto i quindici anni di età.
2) Ha lo scopo di fornire delle nozioni approfondite sugli aspetti teorici, pratici e didattici relativi alla progressione e di primo soccorso in grotta.
3) E' diretto da un INS.
4) Il Corpo Docente può essere composto da INS, IS e INSE.
5) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nullaosta alla Direzione della SNS almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione.
6) Il Direttore dovrà inviare entro trenta giorni dalla conclusione del corso, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata sul corso ed il suo andamento.
7) Deve essere rilasciato un attestato di partecipazione

Art. 12 - CORSO DI PERFEZIONAMENTO CULTURALE (Internazionale - Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
1) E' aperto ai soci CAI e non che abbiano compiuto i quindici anni di età.
2) Ha lo scopo di fornire una visione approfondita degli aspetti scientifici e didattici della ricerca speleologica.
3) E' diretto da un INS.
4) Il Corpo Docente può essere composto da INS, IS e INSE.
5) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nullaosta alla Direzione della SNS almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione.
6) Il Direttore dovrà inviare, entro trenta giorni dalla conclusione del corso, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata sul corso e sul suo andamento.
7) Deve essere rilasciato un attestato di partecipazione.

Art. 13 - CORSI TEMATICI (Internazionale - Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
Si definiscono corsi tematici quei corsi destinati alla trattazione di argomenti specifici, sia tecnici che culturali.
1) Ai corsi tematici su argomenti tecnici possono partecipare esclusivamente i soci CAI che abbiano compiuto i quindici anni di età. Ai corsi su argomenti culturali, invece, possono partecipare soci CAI e non soci purché abbiano compiuto i quindici anni di età.
2) Ha lo scopo di affrontare in modo ampio ed approfondito uno specifico argomento speleologico.
3) Può essere diretto da un INS o IS.
4) Il Corpo Docente può essere composto da INS, IS, INSE e IOS.
5) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nullaosta alla Direzione della SNS
almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione.
6) Il Direttore dovrà inoltrare, entro trenta giorni dalla conclusione del corso, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata sul corso e sul suo andamento.
7) Viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Art. 14 - CORSI AGGIORNAMENTO PER ISTRUTTORI
1) Nell'ambito della SNS si terranno corsi periodici attinenti a temi tecnici, didattici e culturali.
2) Hanno lo scopo di aggiornare le conoscenze tecnico didattiche del Corpo Istruttori della SNS.
3) Sono considerati aggiornanti, per il Corpo Docente, anche il Corso di Perfezionamento Tecnico, il Propedeutico Abilitante per Esami IS.
4) Ogni corso è diretto da un INS.
5) Il Corpo Docente è composto da INS, IS , INSE.
6) I Direttori dei corsi dovranno inviare, entro trenta giorni dalla conclusione degli stessi, alla Segreteria SNS, una dettagliata relazione sul corso e sul suo andamento.

Art. 15 - CORSI AGGIORNAMENTO PER ISS
1) Nell'ambito dei OTPO si terranno corsi periodici attinenti ai temi tecnici, didattici e culturali.
2) Hanno lo scopo di aggiornare le conoscenze tecnico didattiche del corpo ISS
3) Ogni corso è diretto da un INS o IS
4) Il corpo docente può essere composto da INS, IS e INSE
5) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nullaosta alla Direzione della SNS almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione.
6) I Direttori dei corsi dovranno inviare, entro trenta giorni dalla conclusione degli stessi, alla Segreteria SNS e all'OTPO, una dettagliata relazione sul corso e sul suo andamento.

Art. 16 - CORSO DI INTRODUZIONE AL TORRENTISMO (Internazionale - Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
1) Ha lo scopo di fornire un'ampia visione delle discipline collegate al Torrentismo ed una sufficiente base tecnica per garantire una sicura ed efficiente progressione in forra.
2) E' diretto da un Istruttore specializzato in Torrentismo, secondo le modalità previste dal regolamento per i Corsi di Speleologia.
3) Il Corpo Docente è costituito da Istruttori Specializzati in Torrentismo.
4) Il Direttore dovrà inviare la richiesta di nullaosta alla Direzione della SNS almeno un mese prima dell'inizio del corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di Sezione
5) Entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta di nullaosta, il Direttore della SNS dovrà autorizzare il corso, oppure richiedere le modifiche al programma presentato, oppure negare il riconoscimento del
corso come manifestazione della SNS, a tale fine il Direttore potrà essere coadiuvato da Istruttori specializzati.
6) Il Segretario notifica quanto sopra per conoscenza alla Sede Centrale CAI, la quale provvederà, in seguito a richiesta, all'attivazione della copertura assicurativa.
7) Entro 30 giorni dalla conclusione del corso, il Direttore dello stesso dovrà inviare alla Segreteria della SNS la relazione finale, così come dovrà inoltrare ogni variazione apportata al programma presentato.
8) Viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Art. 17 - CORSO DI AVANZAMENTO TECNICO TORRENTISMO (Nazionale - Intersezionale - Sezionale)
1) E' aperto a chiunque abbia compiuto i 18 anni di età.
2) Abbia frequentato un Corso d'Introduzione al Torrentismo.
3) Ha lo scopo di perfezionare e completare la conoscenza della tecnica di progressione in forra di coloro che siano già in possesso di una sufficiente preparazione specifica per raggiungere un autonomia individuale ed una omogeneità di progressione di gruppo.
4) E' diretto da un Istruttore specializzato in Torrentismo.
5) Il Corpo Docente è costituito da Istruttori Specializzati in Torrentismo.
6) Il Direttore dovrà inviare entro 30 giorni dalla Club Alpino Italiano Commissione centrale
per la Segreteria della SNS, una relazione dettagliata sul corso ed il suo andamento.
7) Viene rilasciato un attestato di partecipazione.
8) La partecipazione con profitto, valutato dal corpo docente, ha valenza per ottenere la qualifica di Istruttore Sezionale con Specializzazione in Torrentismo.

Art. 18 - CORSO DI PERFEZIONAMENTO TECNICO TORRENTISMO (Internazionale – Nazionale - Intersezionale)
1) E' aperto a chiunque abbia compiuto i 18 anni di età.
2) Abbia frequentato un Corso d'Avanzamento Tecnico Forre, oppure per i Titolati della Scuola di Speleologia, in possesso di comprovato curriculum torrenistico,
3) Ha lo scopo perfezionare e completare la conoscenza della tecnica di progressione in forra individuale e di squadra, delle tecniche di armo e di autosoccorso per conseguire una piena autonomia individuale e nella conduzione di un gruppo nella massima sicurezza possibile.
4) Il Corpo Docente è costituito da Istruttori Specializzati in Torrentismo, secondo le modalità previste dal regolamento per i Corsi di Speleologia.
5) Il Corpo Docente è costituito da Istruttori Specializzati in Torrentismo.
6) Il Direttore dovrà inviare entro 30 giorni dalla conclusione del corso, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata sul corso ed il suo andamento.
7) Viene rilasciato un attestato di partecipazione 8) Il corso per i titolati se Nazionale o Internazionale ha valenza per accedere all'esame di Specializzazione in Torrentismo.

Art. 19 - COLLABORAZIONI ESTERNE
Nei corsi di cui ai precedenti articoli, per argomenti specialistici la SNS si potrà avvalere di
collaborazioni esterne.

TITOLO IV - ESAMI DI ACCERTAMENTO PER ISTRUTTORI, PROPEDEUTICO E VERIFICA per ISS

Art. 20 - ESAME DI ACCERTAMENTO PER INS
1) E' riservato agli IS nominati da almeno due anni.
2) L'età minima richiesta è di ventitre anni.
3) Devono essere in regola con l'iscrizione al sodalizio.
4) Devono essere in possesso del godimento dei diritti civili.
5) a) l'intensa attività speleologica,
b) la collaborazione ai corsi di speleologia,
Costituiscono titoli preferenziali:
c) la partecipazione o la collaborazione ai corsi della SNS (in particolare ai corsi di
perfezionamento tecnico),
d) le pubblicazioni e gli studi inerenti la Speleologia.
6) Le domande dovranno essere inoltrate alla Segreteria della SNS almeno sessanta giorni prima della data prevista per l'Esame di Accertamento INS.
7) Le domande verranno valutate da una Commissione di Accettazione composta da:
a) Direttore della SNS,
b) Segretario della SNS
c) da due INS nominati dall'Assemblea degli INS.
8) Le domande verranno esaminate sulla base dei criteri previsti dal presente Regolamento.
9) La Commissione per la Accettazione potrà accogliere o respingere le domande presentate, a suo insindacabile giudizio, comunicando con Raccomandata agli interessati quanto deliberato, entro trenta giorni, prima dell'inizio della data stabilita per la prova d'esame.
10) L'Esame di Accertamento per INS è diretto da un INS.
11) Il candidato sarà valutato da una Commissione di Accertamento, composta da almeno tre INS, tra i quali verrà nominato un Presidente. Ne fanno parte di diritto il Direttore ed il Segretario della SNS.
12) In caso di pari giudizi positivi e negativi, sarà risolutore il voto del Presidente della Commissione di Accertamento.
13) Il Presidente della Commissione di Accertamento, dovrà inoltrare entro trenta giorni, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata relativa alla valutazione dei candidati.
14) La nomina entrerà in vigore a tutti gli effetti il primo gennaio dell'anno successivo al superamento dell'Esame.

Art. 21 - ESAME DI ACCERTAMENTO PER IS
1) Possono partecipare all'esame di accertamento IS coloro che abbiano partecipato al corso propedeutico abilitante all'esame IS non oltre i tre anni antecedenti alla data dell'esame IS.
2) l'età minima richiesta è di ventuno anni
3) Non è possibile frequentare l'esame di accertamento IS nello stesso anno del corso propedeutico.
4) Devono essere in regola con l'iscrizione al sodalizio con due anni di anzianità maturata.
5) Devono essere in possesso del godimento dei diritti civili.
6) Costituiscono motivi preferenziali:
a) un'intensa attività speleologica,
b) la collaborazione in qualità di AIS ai corsi di speleologia,
c) la partecipazione ai corsi della SNS,
d) le pubblicazioni settoriali.
7) E' diretto da un INS.
8) I candidati saranno valutati da una Commissione di Accertamento composta da almeno tre INS tra i quali verrà nominato un Presidente. Ne fanno parte di diritto il Direttore ed il Segretario della SNS.
9) In caso di pari giudizi, positivi e negativi, sarà risolutore il voto del Presidente.
10) Il Presidente della Commissione di Accertamento dovrà inoltrare entro trenta giorni, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata relativa alla valutazione dei candidati.
11) La nomina entrerà in vigore a tutti gli effetti il primo gennaio dell'anno successivo al superamento dell'Esame.

Art. 22 – CORSO PROPEDEUTICO PER IS
1) Ha lo scopo di trasmettere ai candidati IS le linee guida culturali, tecniche e didattiche utilizzate dalla SNS.
2) Vi possono accedere coloro che abbiano partecipato al corso di perfezionamento tecnico nazionale nei cinque anni antecedenti alla data del corso propedeutico o abbiano collaborato come AIS ad almeno tre corsi di introduzione alla Speleologia CAI, documentabili presso la segreteria SNS.
3) Devono essere in regola con l'iscrizione al sodalizio
4) Non è possibile frequentare il corso propedeutico per IS nello stesso anno del corso di perfezionamento tecnico
5) L'età minima richiesta è di diciotto anni.
6) Costituiscono motivi preferenziali:
a) un'intensa attività speleologica,
b) la partecipazione a corsi della SNS,
c) titolo di ISS
d) la collaborazione in qualità di AIS ai corsi di speleologia.
7) E' diretto da un INS.
8) Dovrà essere rilasciato un attestati di partecipazione.

Art. 23 –CORSO VERIFICA PER ISS
1) Possono partecipare al corso coloro che abbiano un'attività speleologica di almeno due anni, che abbiano frequentato un corso di perfezionamento tecnico Nazionale, non oltre i cinque anni antecedenti alla data del corso o abbiano partecipato come AIS al almeno 2 corsi di introduzione.
2) L'età minima richiesta è diciotto anni.
3) Ha lo scopo di verificare nozioni tecniche, culturali e didattiche necessarie per contribuire alla buona riuscita dei corsi di introduzione
4) Deve essere in regola con l'iscrizione al sodalizio con almeno due anni di anzianità maturata
5) Deve essere in possesso del godimento dei diritti civili
6) E' diretto da un INS o IS. Al fine dello svolgimento del Corso si dovrà:
- Inviare la richiesta di nulla osta alla Direzione SNS, almeno un mese dall'inizio della corso, debitamente compilata e firmata dal Presidente di sezione.
- Entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta di nullaosta, il Direttore della SNS dovrà autorizzare il corso, oppure richiedere le modifiche al programma presentato, oppure negare il riconoscimento del corso come manifestazione della SNS.
- Entro trenta giorni dalla conclusione del corso, il Direttore Corso dovrà inviare alla Segreteria della SNS la relazione finale, che dovrà riportare eventuali variazione apportate al programma presentato.
7) I candidati saranno valutati da una Commissione di verifica nominata dal Gruppo Regionale (GR) composta da titolati (INS e/o IS), ,tra i quali verrà nominato un Presidente. Ne
fa parte di diritto il Presidente del GR (INS e/o IS) e un Istruttore indicato dalla Direzione della SNS
8) In caso di pari giudizi, della commissione sarà determinante il voto dei Presidente di Commissione
9) Il Presidente della Commissione di verifica dovrà inoltrare entro trenta giorni, alla segreteria della SNS e al GR di competenza, una relazione dettagliata relativa alle valutazioni dei candidati
10) I GR dovranno inviare i nominativi degli ISS nominati ai propri Presidenti di Sezione per la Nomina definitiva.
11) Deve essere rilasciato un attestato di partecipazione.
12) La nomina entrerà in vigore a tutti gli effetti il primo gennaio dell'anno successivo
13) Svolge la sua funzione all'interno della propria Sezione
14) Sarà cura deI GR costituire e mantenere aggiornato un apposito albo dove sono iscritti tutti gli ISS ricadenti sotto la sua giurisdizione, mandandone copia alla segreteria SNS.

Art. 24 - ESAME DI SPECIALIZZAZIONE AL TORRENTISMO
1) Possono partecipare all'Esame di Specializzazione al Torrentismo coloro che abbiano partecipato al Corso di Perfezionamento Tecnico Torrentismo non oltre i tre anni antecedenti alla data dello stesso.
2) Essere Istruttori della SNS
3) Devono essere in regola con l'iscrizione al sodalizio con due anni di anzianità maturata.
4) Essere in possesso del godimento dei diritti civili.
5) Costituiscono motivi preferenziali:
a) Una discreta attività torrentistica ,
b) la collaborazione ai corsi di Torrentismo,
c) la partecipazione ai corsi della SNS,
d) le pubblicazioni settoriali.
6) E' diretto da un INS Specializzato in Torrentismo.
7) I candidati saranno valutati da una Commissione di Accertamento composta da INS Specializzati in Torrentismo tra i quali verrà nominato un Presidente. Ne fanno parte di diritto il Direttore ed il Segretario della SNS.
8) In caso di pari giudizi, positivi e negativi, sarà risolutore il voto del Presidente.
9) Il Presidente della Commissione di Accertamento dovrà inoltrare entro 30 giorni, alla Segreteria della SNS, una relazione dettagliata relativa alla valutazione dei candidati.
10) La nomina entrerà in vigore a tutti gli effetti il 1° gennaio dell'anno successivo al superamento dell'Esame.

Art. 25 - DISTINTIVO, TESSERA e LIBRETTO PERSONALE
1) I ruoli permanenti della SNS, ricevono, dopo la nomina:
a) nel caso di ISS una tessera;
b) nel caso di IS, un distintivo ed un libretto personale nel quale verrà annotata annualmente, a cura del singolo INS, l'attività speleologica, didattica, esplorativa e di ricerca. L'attività riportata dovrà essere certificata dal Direttore della SNS e annotata a cura della Segreteria;
c) nel caso di INS ricevono un distintivo ed un libretto personale nel quale verrà annotata annualmente, a cura del singolo INS, l'attività speleologica, didattica, esplorativa e di ricerca. L'attività riportata dovrà essere certificata dal Direttore della SNS e annotata a cura della Segreteria;
d) nel caso di INSE un distintivo personale.
e) la Specializzazione in Torrentismo verrà segnalata sul libretto personale;
2) Gli INS e gli IS sono tenuti ad inviare alla sede SNS entro il trentuno marzo di ogni anno, la relazione sull'attività svolta nell'anno precedente, su apposito modulo rilasciato dalla Segreteria SNS, controfirmata dal Presidente della Sezione di appartenenza. Insieme ad essa gli INS dovranno spedire anche il libretto personale, al fine della vidimazione da parte del Direttore della SNS.
3) Gli ISS sono tenuti ad inviare alla sede del GR di competenza, entro il trentuno di marzo di ogni anno la relazione sull'attività svolta nell'anno precedente, su apposito modulo rilasciato dalla Segreteria SNS, controfirmato dal Presidente di Sezione di appartenenza.
4) I titolati INS, IS e ISS devono spendere la propria qualifica e prestare la loro attività solo nell'ambito della SNS, delle sezioni o sottosezioni e collaborare nell'ambito della sede centrale; eventuali attività e
utilizzo di qualifica al di fuori del CAI devono essere espressamente autorizzate, di volta in volta, dal direttore della SNS.
5) I titolati devono prestare la propria opera a titolo gratuito e volontario e non possono essere retribuiti. hanno eventualmente diritto al rimborso delle spese documentate, sostenute nello svolgimento della propria attività, nella misura e secondo le norme previste dal sodalizio.

TITOLO V - PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E DECADIMENTO ISTRUTTORI

Art. 26 - PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
1) Gli Istruttori che:
a) si rendano responsabili di violazioni dei regolamenti e delle disposizioni della SNS del OTCO e del CAI
b) tengano comportamenti negligenti o lesivi del prestigio, della qualifica e del buon nome della SNS, della CCS e del CAI
c) non abbiano rinnovato l'iscrizione, anche per un solo anno, al CAI
d) non abbiano provveduto al rinnovo dell'iscrizione al CAI entro il trentuno marzo di ogni anno. Decorso tale termine, cessa la copertura assicurativa e, di conseguenza, è inibita, fino al rinnovo dell'iscrizione e comunque non oltre il trentuno ottobre, ogni attività didattica.
e) non abbiano partecipato ai corsi di aggiornamento per due anni consecutivi
f) non abbiano partecipato a qualunque titolo ad un corso della SNS nell'arco di un anno
g) non abbiano partecipato nell'arco di due anni consecutivi alle Assemblee senza più che validi e giustificati motivi. Tale obbligo riguarda gli INS e gli IS.
h) abbiano utilizzato il titolo di INS o di IS o di ISS a scopi diversi da quelli istituzionali della SNS
i) abbiano omesso di inviare l'attività annuale alla Segreteria della SNS per la vidimazione.
j) saranno passibili, secondo la gravità dei casi, dei seguenti provvedimenti disciplinari:
• ammonizione
• diffida
• sospensione
• radiazione
2) L'Ammonizione e la Diffida consistono in un formale invito scritto all'interessato ad astenersi da un determinato comportamento, avvertendolo delle conseguenze che possono derivare dalla sua inadempienza
a) l'Ammonizione consiste in un richiamo motivato ed è comminata per mancanze non gravi; viene notificata dal Direttore della SNS all'interessato;
b) la Diffida viene comminata in caso di comportamenti già oggetto di Ammonizione o per mancanze gravi; viene notificata dal Direttore della SNS all'interessato portandone a conoscenza la CCS.
3) La Sospensione comporta la perdita temporanea di tutte le facoltà connesse alla qualifica di Istruttore, preclude la possibilità di essere eletti in qualsiasi carica e di assumere qualsiasi incarico all'interno della SNS per un periodo massimo di tre anni.
4) La radiazione viene comminata per mancanze di eccezionale gravità o per ripetute mancanze gravi, comporta automaticamente la perdita della qualifica di Istruttore. Gli Istruttori radiati non possono essere riammessi nella loro funzione
5) I provvedimenti disciplinari di Sospensione e di Radiazione, dopo l'approvazione dell'Assemblea INS sono notificati alla CCS dal Direttore della SNS
a) il provvedimento di Sospensione, ratificato dalla CCS dovrà essere notificato all'interessato, al Presidente della Sezione CAI di appartenenza e alla Segreteria SNS per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, con Raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera.
b) il provvedimento di Radiazione, ratificato dalla CCS verrà sottoposto al Presidente Generale per l'approvazione, e dovrà essere notificato all'interessato, al Presidente della Sezione CAI di appartenenza e alla Segreteria SNS per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori, con Raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera.
6) I provvedimenti disciplinari possono essere impugnati con il ricorso al Collegio dei Probiviri del CAI. Il ricorso deve essere presentato entro il termine di sessanta giorni dalla data di ricevimento della comunicazione del provvedimento medesimo. Il Collegio dei Probiviri emette il provvedimento entro novanta giorni dal ricevimento del ricorso. Il ricorso al Collegio dei Probiviri non sospende l'efficacia del provvedimento.
7) Gli INS ed IS che per validi motivi ritengono di non poter effettuare temporaneamente attività didattica per la SNS, possono richiedere la sospensione dell'attività di Istruttore senza incorrere nelle sanzioni disciplinari, inviando una lettera raccomandata A.R. al Direttore della SNS, il quale, valutata la richiesta potrà concedere una sospensione per un periodo non più lungo di tre anni.

Art. 27 - DECADIMENTO DEGLI INS e IS
1) Per gli INS e gli IS è previsto il decadimento diretto, cioè senza cumulo di sanzioni, nei seguenti casi:
a) dimissioni volontarie
b) mancata iscrizione al CAI anche per un solo anno
c) capacità divenute inadeguate
d) mancata attività speleologica didattica relativa ad un biennio
e) per radiazione
2) Le sopraelencate autorizzano il Direttore della SNS, previa consultazione dell'Assemblea INS, a proporre alla CCS il decadimento degli INS ed IS. In tal eventualità il decadimento, ratificato dalla CCS dovrà essere notificato all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso ed alla Segreteria della SNS, con Raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera, per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori.
3) Il decadimento pur essere impugnato con il ricorso al Collegio dei Probiviri del CAI.
4) Il ricorso deve essere presentato entro il termine di sessanta giorni dalla data di ricevimento della comunicazione del provvedimento medesimo. Il Collegio dei Probiviri emette il provvedimento entro novanta giorni dal ricevimento del ricorso. Il ricorso al Collegio dei Probiviri non sospende l'efficacia del provvedimento.
5) Gli INS quando non più disponibili ad operare a tale livello possono richiedere di operare come IS. La richiesta va inviata alla Direzione che provvede a comunicarla all'Assemblea INS.

Art. 28 - DECADIMENTO DEGLI ISS
1) Per gli ISS è previsto il decadimento diretto, cioè senza cumulo di sanzioni, nei seguenti casi:
a) dimissioni volontarie
b) mancata iscrizione al CAI anche per un solo anno
c) mancata attività speleologica didattica relativa ad un biennio
d) per radiazione
2) Le sopraelencate autorizzano il Presidente di OTPO di appartenenza, previa consultazione dell'Assemblea OTPO, a proporre al Presidente della Sezione di appartenenza il decadimento degli ISS. In tal eventualità il decadimento, ratificato dal OTPO dovrà essere notificato all'interessato, al Presidente della Sezione di appartenenza dello stesso e al GR, con Raccomandata A.R. entro trenta giorni dalla delibera, per l'aggiornamento dell'Albo degli Istruttori Sezionali.
3) Il decadimento pur essere impugnato con il ricorso al Collegio dei Probiviri del CAI.
4) Il ricorso deve essere presentato entro il termine di sessanta giorni dalla data di ricevimento della comunicazione del provvedimento medesimo. Il Collegio dei Probiviri emette il provvedimento entro novanta giorni dal ricevimento del ricorso. Il ricorso al Collegio dei Probiviri non sospende l'efficacia del provvedimento.

Art. 29 - DECADIMENTO E PROVVEDIMENTI DISCIPPLINARI DELLA SPECIALIZZAZIONE IN TORRENTISMO
1) Vale quanto previsto dal regolamento della SNS (art.26, 27 e art.28), ad eccezione di quanto concerne la mancata attività didattica e di aggiornamento che nello specifico del torrentismo è relativa ad un quadriennio.

TITOLO VI - MEZZI FINANZIARI, RIMBORSI e COPERTURE ASSICURATIVE PER
ISTRUTTORI
Art. 30 - MEZZI FINANZIARI
1) Per il conseguimento dei propri fini la SNS utilizza contributi finanziari provenienti:
a) dalla CCS, secondo le disponibilità e previa comunicazione, almeno quindici giorni prima dell'Assemblea Annuale del Corpo Docente, da parte della stessa, al Direttore della SNS di un supporto finanziario di massima per l'attività della SNS;
b) dall'utilizzo delle quote di iscrizione ai corsi, che devono essere commisurate alla copertura delle sole spese.

Art. 31 - RIMBORSI per l'attività SNS
1) Tutti gli organi della SNS svolgono la loro attività gratuitamente, salvo i rimborsi previsti dal CAI.
2) Il Direttore ed il Segretario della SNS saranno rimborsati delle spese sostenute per l'attività
e la partecipazione a manifestazioni nell'interesse e/o a nome della SNS.

Art. 32 - COPERTURA ASSICURATIVA
1) La CCS provvede ad assicurare gli INS e gli IS.
3) L'assicurazione dovrà essere estesa all'attività torrentistica
2) I costi per l'attivazione delle assicurazioni relative agli INSE, IOS, ISS ed agli AIS sono a carico della Sezione di appartenenza che può rivalersi sul socio

TITOLO VII - DISPOSIZIONI di ATTUAZIONE, MODIFICHE AL REGOLAMENTO e NORME
TRANSITORIE

Art. 33 - DISPOSIZIONI di ATTUAZIONE
Parte integrante del presente regolamento sono le DISPOSIZIONI di ATTUAZIONE riferite ai
seguenti articoli: 10, 11, 15, 17, 18, 19 e 20.

Art. 34 - MODIFICHE
1) Eventuali modifiche al presente Regolamento possono essere apportate:
a) su proposta della SNS con la maggioranza qualificata dell'assemblea INS cioè con almeno i due terzi degli aventi diritto
b) su proposta della CCS
c) dalla Direzione della SNS a fronte di modifiche di norme superiori (CAI Centrale)
2) Le proposte di modifica devono essere approvate dall'assemblea INS con la maggioranza dei due terzi dei suoi componenti. Fa eccezione quanto al punto c) in tal caso, in seconda convocazione dell'Assemblea, sarà sufficiente la maggioranza dei presenti.
3) Le modifiche devono comunque essere approvate dal Consiglio centrale del CAI

Art. 35 - NORME TRANSITORIE
Per quanto non contemplato vale il regolamento e statuto del CAI
Il presente Regolamento, approvato dalla Commissione legale Centrale del CAI in data 01/01/2010 annulla e sostituisce i precedenti regolamenti ed entra in vigore a tutti gli effetti in data 01/01/2010

Norme transitorie